Perchè la gente usa anche avatar “cattivi”?

La domanda sorge spontanea: se io non sono una persona cattiva, come mai talvolta nei videogiochi mi piace impersonificare il “cattivo” della situazione? Perchè a volte nei GDR con scelta morale libera non mi va di preoccuparmi di ciò che desiderano gli altri e compio atti riprovevoli? O semplicemente, perchè in un gioco in cui posso scegliere avatar prestabiliti talvolta scelgo un antagonista?

Non vi allarmate, so che molti potrebbero accusarvi di essere dei sadici oppressi, privi di alcuna moralità e pronti a tradire alle spalle anche il vostro migliore amico, ma sappiate che tali accuse sarebbero infondate. Come lo so? Perchè ci hanno già provato! Con l’avvento dei videogiochi di ruolo, e dunque con la possibilità di vestire i panni del buono o del cattivo, si era subito formata una corrente (sostenuta da persone che, a mio giudizio, del mondo dei videogiochi capivano ben poco) che accusava da un lato i ragazzi di essere appunto dei sadici guidati dalla sete di sangue e propensi alla distruzione di qualsiasi forma di vita, e dall’altro proprio i videogiochi, rei di trasformare innocenti pargoli in mostri pronti al massacro attraverso all’utilizzo di avatar “malvagi”. Fortunatamente, ad opera di studi più recenti, queste accuse sono venute a cadere. Tuttavia questo non risponde al quesito che ci siamo posti sopra: come mai ad alcuni giocatori piace impersonare avatar cattivi?

CATTIVO MA NON SOLO – Il primo punto da tener presente è che non è nè tutto bianco, nè tutto nero. Un personaggio può essere cattivo, ma nel contempo essere potente, rispettato, temuto, scaltro e chi più ne ha più ne metta. Le caratteristiche secondarie possono essere tante e non è detto che siano proprio queste ad attrarre i giocatori. Pensiamo ad esempio ad un giocatore che in videogiochi di Star Wars sceglie di utilizzare Darth Vader. Quest’ultimo è chiaramente un “cattivo” (sebbene nei film cambi più volte bandiera), tuttavia esso non è caratterizzato da quest’ultimo aspetto. È un personaggio profondamente consumato da alcune tragedie familiari e dalle proprie emozioni, plasmato da un personaggio fortemente manipolatore (il signore dei Sith), temuto e rispettato in tutto l’universo (la colonna sonora che gli attribuiscono lo testimonia, trasmettendo un senso di potenza) ed estremamente abile. Ognuna di queste caratteristiche potrebbe facilitare l’immedesimazione di molti giocatori con tale personaggio, senza che questi debbano essere dei violenti assassini privi di moralità. Perchè dovrei scegliere di utilizzare un umile Luke Skywalker se tutto ciò che desidero è essere riconosciuto attraverso ad uno status sociale elevato?

VIDEOGAME COME MONDO DEL SÈ POSSIBILE – Un altro aspetto da tener presente è che tendenzialmente le persone sono in grado di distinguere vita reale da videogiochi. Ciò implica che possano utilizzare i secondi come palestra per le proprie esperienze, una sorta di fortino sicuro in cui provare ciò che desiderano, ma che nella realtà sanno di non poter attuare per diverse ragioni. Utilizzare un avatar con atteggiamenti malvagi può diventare dunque uno sfogo o anche solamente un’esperienza, in ogni caso qualcosa che consente alla mente di soddisfare un desiderio altrimenti insoddisfabile in maniera totalmente priva di rischi.

MAI DIMENTICARE L’ASPETTO FUNZIONALE – La funzionalità è la base di qualsiasi gioco. Ogni giocatore fa le sue scelte in funzione dei suoi scopi. Dunque se nel GDR il mio scopo sarà diventare il più potente, è possibile che io scelta un avatar cattivo perchè le sue abilità si adeguano bene al mio modo di giocare. In caso di MMORPG, dunque in un GDR con componente social, lo scopo potrebbe essere invece il presentare la mia persona in un determinato modo. A tal proposito potrei scegliere un avatar malvagio ad esempio per far trasparire timore o rispetto in coloro che incontro. Altro caso può essere quello dei giochi di lotta multiplayer: in Smash Bros scelgo di utilizzare Ganondorf perchè il suo colpo speciale è perfetto per finire gli avversari.

Le casistiche possono essere talmente tante che è difficile immaginarle tutte. La cosa importante è tener ben presente questo aspetto: scegliere un cattivo non significa essere cattivi, ma bensì voler soddisfare una propria necessità attraverso a tale scelta!

Se ti interessa il tema, scopri quali sono i significati di un avatar per il suo utilizzatore in questo articolo!

 

By | 2017-08-25T13:02:23+00:00 giugno 13th, 2015|Gamer's Mind|0 Comments

About the Author: