Come Smash Bros può migliorare il tuo cervello

In diversi articoli della rubrica Gamer’s Mind abbiamo trattato i vantaggi che i videogiochi possono comportare in termini cognitivi. Oggi invece abbiamo deciso di mostrarveli con un video commentato di Smash Bros.

Se siete amanti di Smash, saprete che il giocatore che muove il Kirby giallo protagonista del video è un vero e proprio mostro. Ma non preoccupatevi, anche se non siete da titolo nazionale coreano giocare a giochi di questo genere può comunque migliore le vostre capacità cerebrali.

RIFLESSI FELINI – È la prima cosa che balza all’occhio: questo giocatore deve avere dei riflessi da gatto. Ebbene in un certo senso è così, visto che per 20 secondi riesce a tenere in scacco cinque computer a livello Cruel (che per chi non conoscesse il gioco significa livello di difficoltà massimo). Diciamo che questi riflessi incredibili sono dati da una velocizzazione del processo di stimolo (ciò che vedo sullo schermo) e risposta (ciò che schiaccio sulla manopola). Provate a pensarci, questo gioco (e tanti altri) vi richiedono continuamente di rispondere in maniera adeguata a stimoli sempre più veloci e sempre più complessi, dunque pare naturale che i vostri riflessi vengano migliorati. In termini psicologici si parla di miglioramento dell’abilità oculo-motoria (meglio approfondita in questo articolo), ovvero della capacità di rispondere a qualcosa che abbiamo visto in maniera efficace usando il nostro corpo, in questo caso la mano. Provate a pensare quanto fa comodo questa capacità nella vita di tutti i giorni: avete in mente quando il telefono sta per cadere e lo prendete al volo? Chiaramente sto scherzando, ma in contesti di guida o di lavoro può essere molto utile!

PENSIERO MULTITASKING – Un secondo aspetto che risalta nel video è come il giocatore riesca a considerare cinque obiettivi contemporaneamente. Tendenzialmente il cervello delle persone permette loro di considerare un solo obiettivo alla volta. Mi spiego meglio, mettiamo che voi dobbiate scrivere il vostro numero di telefono su due biglietti. È chiaro che per portare a termine questo compito lo scriverete prima su un biglietto e poi sull’altro, d’altronde come potreste farlo differentemente? Beh diciamo che avete due mani e che il numero non dev’essere scritto per forza bene, basta che si legga. Però una cosa è certa: se voi lo scriveste contemporaneamente in entrambi i biglietti rischiereste di “farlo male”, magari commettendo errori o altro. Questo perché il nostro cervello è abituato a focalizzare l’attenzione su un solo obiettivo alla volta, dunque su un solo bigliettino. Ritornando a Smash, possiamo notare come il giocatore riesca a tenere ben presente la posizione nello spazio di tutti e cinque gli avversari contemporaneamente, focalizzando l’attenzione su di essi. Tale abilità è definita pensiero multitasking, ovvero la capacità di considerare più stimoli contemporaneamente. Immaginate quanto sarebbe utile un abilità simile nella vita di tutti i giorni e soprattutto quanto può ridurre i vostri tempi di lavoro!

AUTOMATISMO E PERFEZIONE – L’ultimo aspetto che voglio sottolineare è la perfezione con cui il giocatore si muove sia in campo che sulla manopola. In 20 secondi riesce a schiacciare 58 testi per un totale di 35 combinazioni tutte esatte. Non commette un errore. Com’è possibile? Ebbene il nostro giocatore sta probabilmente attraversando un momento di Flow Experience. Che cos’è? Vi faccio un breve riassunto, ma se in interessa sapere come facciamo a giocare a memoria nei videogiochi e perché non ci accorgiamo del tempo che scorre vi conviene leggere questo articolo. In ogni caso si dice che un player (sia di videogame, che sportivo) è in flow, quando egli è totalmente immerso in ciò che sta facendo, tanto da non accorgersi di ciò che accade intorno e da comprendere realmente quello che sta facendo. Le sue azioni sono totalmente automatizzate, assolutamente perfette e talmente veloci da precedere la cognizione cerebrale. Questa condizione è la responsabile di profondi stati di benessere che giovano al nostro cervello e non solo.

Insomma volete allenare il vostro cervello? Invece di cercare astrusi indovinelli scientificamente poco validi fatevi una partita a Smash Bros o ad altri giochi simili, ne trarrete sicuramente dei benefici!

 

By | 2017-05-08T12:24:40+00:00 ottobre 3rd, 2015|Gamer's Mind|0 Comments

About the Author: