Da qualche tempo noi del team di Psicologia dei Videogiochi ci siamo dilettati nel gioco indie “Sara and Death“, sviluppato da Rocco Salvetti. Il videogioco è scaricabile gratuitamente per Android, tramite l’apposito market.

Il videogioco è un puzzle game composto da vari livelli, ognuno di difficoltà crescente. Nel gioco impersonificheremo Sara, una ragazza in procinto di morire, che giocherà contro la Morte per continuare a vivere. La trama è ispirata al film “Il settimo sigillo“, nel quale il protagonista morente sfida la Morte in una partita a scacchi, con in palio la vita del giovane. Anche noi faremo il possibile per cercare di salvare Sara, la quale vuole continuare a vivere per riuscire a sapere più cose possibili riguardo l’amore. Cosa è l’amore? Come si fa a comprendere un sentimento così grande? Sono questi gli interrogativi posti da Sara e dallo sviluppatore del gioco, come si evince dalle schermate che ci accompagneranno durante il gameplay.

Caratteristica innovativa e particolarmente apprezzata del videogioco sono i livelli: questi ultimi sono identificati da particolari parole o frasi chiave presenti nella conversazione tra Sara e la Morte. Queste ci resteranno impresse nella nostra testa mentre proseguiremo nel gioco.

Componente fondamentale e di impatto è sicuramente la grafica ed il design. I disegni ci narrano una storia filosofica, dove ognuno può arrivare ad una propria interpretazione della vicenda. Il tutto è accompagnato da una colonna sonora diretta magistralmente per un gioco indie. La musica ha un ruolo chiave: serve per far concentrare il giocatore durante i difficili livelli che dovrà affrontare.

L’aspetto che ci ha maggiormente colpito all’interno del gioco, però, è la schermata di game over. Quando non si riesce a superare un livello perchè si esauriscono le mosse a disposizione oppure il riquadro viene interamente ricoperto, compare una schermata nera con una frase: “THINK AGAIN“, ovvero “PENSACI ANCORA“.

Il giocatore capisce così che non ha perso il livello perchè non sono usciti riquadri che lo avrebbero potuto favorire. La fortuna è presente nel gioco, ma in misura ridotta rispetto all’enorme parco titoli dello stesso genere, come Candy Crush. La sorte del gioco è nelle mani del giocatore che solo riflettendo anche per decine di minuti potrà risolvere i complessi puzzle proposti dall’autore. Questo porta il soggetto a sviluppare quello che in psicologia è chiamato “Pensiero critico” e soprattutto il pensiero logico.

Riassumendo, forniamo un elenco di pro e di contro che ci hanno maggiormente colpito all’interno del gioco.

Pro:

-Aspetto narrativo
-Musiche sincronizzate perfettamente col tipo di gioco
-Design innovativo
-Parole chiave usate come titoli per i livelli

-Messaggio “Think again”, che ti spinge a riprovare il livello

Contro:

-Durata breve del gioco
-Difficoltà estrema di certi livelli (aspetto che può, in certi casi, essere considerato un pregio)

VOTO COMPLESSIVO: 8,5/10

 

Il gioco si può scaricare gratuitamente al seguente indirizzo:  https://indiegamestand.com/free-games/2478/sara-and-death/

Se avete sviluppato giochi e volete dei pareri e delle valutazioni, contattateci al presente sito o alla pagina facebook Psicologia dei videogiochi, saremo lieti di scrivere articoli dedicati ai vostri videogiochi!

 

[whohit]PSVG gioca a… Sara And Death[/whohit]