Settaggi grafici PC, cosa fanno?

Facebook
Twitter
LinkedIn

I giocatori pc, ma anche quelli su console che hanno deciso di avvicinarsi al gaming da computer, avranno sicuramente notato la moltitudine di settaggi e impostazioni grafiche presenti nei videogiochi su computer. La grande differenza con il mondo delle console è infatti la grande varietà di componenti hardware che una volta uniti nel computer permettono di far girare i videogiochi in maniera più o meno fluida. I giocatori il più delle volte possono affidarsi ad una sorta di auto bilanciamento delle impostazioni offerto dal gioco che, una volta analizzati i componenti della macchina, decide quali possono essere dei settaggi “adatti” per una performance ottimale. 

I giocatori però, possono andare a mettere mano sulle singole impostazioni per decidere cosa “alzare” e cosa “abbassare” cercando di ottenere un look più personale per il gioco. 

Questo articolo vuole andare a fare un po’ più di chiarezza su tutte queste impostazioni, che visto il loro grande numero, poca spiegazione presente nei giochi e per il fatto che alcune siano chiamate con termini anglofoni, sono spesso poco comprese dagli utenti, specie se novizi al mondo dei videogiochi. Oggi cercherò quindi di spiegare i settaggi più comuni, andando ad indicare il loro impatto a livello hardware e soprattutto in quale modo vanno a influenzare il motore di gioco. 

 

RISOLUZIONE

La risoluzione è il numero di pixel verticali e orizzontali che verrano riempiti dal motore di gioco. In genere si cerca di utilizzare la stessa risoluzione del proprio schermo per avere una qualità visiva ottimale. Le più comuni sono 1280 x 720 (HD), 1920 x 1080 (FullHD) e 2560 x 1440 (2K) a seconda del vostro schermo/pc portatile. Abbassare la risoluzione di un gioco porta quasi sempre ad un netto miglioramento dei frame per secondo, al costo di una visuale decisamente più sgranata. Per un gioco competitivo abbassare la risoluzione è sempre una mossa decisiva per ottenere più FPS, ma per un gioco più tranquillo e cinematico come un GTA o Cyberpunk la risoluzione nativa dello schermo aiuta ad immergersi al meglio. La risoluzione dovrebbe essere l’ultimo settaggio da cambiare nel caso il gioco giri male.

 

SCHERMO INTERO, SENZA BORDI, FINESTRA

Anche questo settaggio come la risoluzione, è prettamente legato alla finestra di gioco. Tramite schermo intero il computer si focalizzerà sul gioco mettendolo in primo piano all’interno di windows. E’ l’opzione più comune e quella che permette la migliori performance. Senza bordi o Borderless invece farà girare il gioco appena sopra windows, come se fosse una finestra, facilitando l’alt+tab con altre schermate. Il più delle volte far girare un gioco in borderless fa solo perdere performance senza apportare benefici, quindi altamente sconsigliato. La modalità finestra è simile al borderless con la differenza che la risoluzione sarà leggermente tagliata per la presenza del contorno di windows. Anche in questo caso è sconsigliata per i giochi più pesanti.

 

VSYNC

Il Vsync o Vertical Sync, è un settaggio che se attivato, permette di sincronizzare i frame per secondo del gioco con il refresh rate dello schermo. Spesso in alcuni determinati giochi se i frame per secondo sono troppo alti o troppo bassi rispetto al refresh rate dello schermo, il gioco comincia a mostrare degli errori grafici, spesso quando viene spostata la visuale in maniera veloce. In genere sembra che lo schermo sia tagliato in due da una linea centrale orizzontale e le due metà non riescono ad allinearsi correttamente(screen tearing). Attivando il Vsync questo problema viene risolto a discapito però di un framerate decisamente più basso e un input lag maggiore che rende il gioco meno fluido e reattivo al controllo. In genere questa opzione dovrebbe essere sempre tenuta spenta e attivata solamente se il gioco diventa ingiocabile e presenta troppo tearing per i nostri gusti. 

 

MOTION BLUR

Il motion blur se attivato, permette al gioco di aggiungere un effetto sfumatura o blur ai bordi dello schermo durante lo spostamento della telecamera. Questo viene effettuato per dare al gioco un effetto di velocità e spostamento dovuto al cambio di visuale. In questo caso cadiamo nel territorio della preferenza personale. Attivandolo il gioco assume un effetto molto cinematico che però può dare molto fastidio a lungo andare. Il suo impatto sui frame per secondo è minimo e quindi la scelta ricade sul giocatore. 

 

PROFONDITA’ DI CAMPO / DEPTH OF FIELD

La profondità di campo è un effetto molto usato in fotografia dove le aree non interessante e non al centro dell’attenzione sono fortemente blurrate e sfuocate. Può essere usato per simulare la focalizzazione visiva dell’occhio umano che una volta centrata l’attenzione su di un oggetto lascia in secondo piano il resto. Il settaggio in se ha una pesantezza che va dal lieve al medio a seconda del gioco e quindi anche in questo caso la decisione spetta ai gusti del giocatore.

 

ANTI-ALIASING / FXAA / MSAA / TXAA / MLAA

L’anti-aliasing è una tecnica digitale che permette di smussare i bordi di oggetti in gioco specialmente quando essi sono molto distanti dal giocatore. Spesso si parla di cavi, muretti, tetti, cancelli e altri oggetti che presentano molte irregolarità e forme diagonali. Tramite queste tecniche sia Nvidia che AMD, che funzionano in maniera leggermente diversa, il gioco campiona ogni singolo pixel interessato uno svariato numero di volte come 2, 4, 8 e 16 (MSAA) per riuscire a colorare i pixel attorno in maniera più fedele, riducendo l’effetto tagliente delle linee lontane. Se non utilizzato, i bordi di alcuni oggetti a distanza possono risultare frastagliati e le linee dritte tendono a sembrare a “scaletta”. Più la risoluzione del gioco è alta meno viene notato all’interno del motore grafico.  Tra le varie, la meno pesante per il computer è la FXAA e si consiglia di usare quella per ottenere un buon compromesso. La MSAA permette di ottenere visual molto impressionanti a discapito della perdita di parecchi frame per secondo. 

settaggi grafici pc

 

FILTRO ANISOTROPICO / ANISOTROPIC FILTERING

Questo settaggio che appartiene alla sfera texture, si occupa di migliorare la resa grafica di oggetti e texture e che il tutto sia proporzionato al campo visivo della telecamera. Si nota maggiormente quando stiamo guardando per esempio una strada asfaltata o un percorso fatto da sampietrini. Con il filtro anisotropico attivo, le texture a distanza rimangono ben definite e geometricamente accurate secondo ogni punto di vista. Nel caso invece fosse spento, dopo pochi metri queste texture e oggetti apparirebbero blurrati e a bassa definizione. L’impatto sull’hardware è decisamente minimo o pari a zero e quindi si consiglia di utilizzare sempre questa opzione alzandola al massimo. 

 

QUALITA’ TEXTURE

Questo settaggio è estremamente importante ai fini della grafica globale del gioco. Le texture sono presenti su praticamente ogni elemento o poligono di gioco e permettono a questi oggetti di assumere un aspetto realistico. Letteralmente ogni singolo oggetto viene influenzato, dall’asfalto delle strade, al muro di una casa, legno degli alberi, vetri, decalcomanie, armi e così via. Più viene alzata questa impostazione, più gli elementi diventano definiti e spesso portano con se anche più dettagli e arricchimenti. Cartelli, manifesti e altri piccoli elementi infografici diventano leggibili e verosimili, elementi metallici presentano ruggine e altri segni di usura e così via. Con una qualità texture bassa gli oggetti invece appaiono sfuocati e a bassa risoluzione.

settaggi grafici pc

La qualità texture impatta le performance del computer in maniera abbastanza importante e se possibile è necessario rimanere su di una via di mezzo. Il giocatore può controllare di gioco in gioco quanto sono differenti i salti di qualità delle opzioni delle texture per capire anche a seconda del gusto, su quale livello stabilizzarsi per avere un buon rapporto tra visuale e fps. 

 

TESSELLAZIONE / TESSELLATION

La tessellazione è una tecnica che permette al motore di gioco di aggiungere poligoni geometrici ad alcuni elementi per farli diventare 3d ed aggiungere dettagli sporgenti e realistici. Per esempio un muretto di mattoni con la tessellazione attiva, presenta elementi che si protraggono verso l’esterno con cavità e sporgenze dovute alla presenza di mattoni che diventano multidimensionali. In alcuni giochi questo settaggio va solo ad aumentare il realismo di questi elementi, già tridimensionali. Il carico GPU della tessellazione in genere è molto basso. 

 

OMBRE

Le ombre sono generate da ogni singolo elemento nel gioco quando la fonte di luce principale dell’area è proiettata verso di esso. Una totale mancanza di ombre rende la scena di gioco irreale e piatta.  In genere più alto è il settaggio delle ombre più alta diventa la loro risoluzione e accurata la fisica del posizionamento. Le ombre hanno un costo significativo sull’hardware, specialmente in aree parecchio complesse dove sono presenti tanti elementi. Nella maggioranza dei videogiochi moderni però, un settaggio medio/basso di ombre permette comunque di avere una resa grafica accettabile salvando molti frame.

 

OCCLUSIONE AMBIENTALE / AMBIENT OCCLUSION

Questo settaggio lavora principalmente sui poligoni e le loro ombre. Se attivato agisce sulle ombre già presenti nel gioco rendendole più scure o più chiare in relazione alla sorgente di luce e di quali e quanti oggetti sono nelle vicinanze dell’elemento interessato. La differenza visuale è molto sottile e si nota principalmente quando viene attivato alla suo livello più alto. Il carico fps non è troppo elevato e il settaggio può essere spento per guadagnare qualche fps in più. 

 

ERBA / VEGETAZIONE 

Questa impostazione come si capisce dal nome va a lavorare sulla vegetazione, che comprende, erba, fiori, alberi ed altri elementi naturali. In genere quando questa opzione viene settata al minimo l’erba scompare dando un effetto “campo di golf” al gioco. Solitamente gli alberi e cespugli non sono interessati da questa impostazione in quanto poligoni, ma diventano molto meno definiti e vanno a popolare prati scarni e scialbi. All’interno di una città l’impatto può essere basso ma non appena entriamo in una zona molto più naturale, un settaggio molto alto della vegetazione può rallentare di parecchio il gioco. Anche in questo caso occorre analizzare caso per caso cercando un compromesso accettabile. 

settaggi grafici pc

 

La sfida nel “trafficare” con le impostazioni grafiche consiste nel sapere dove tracciare il confine tra qualità visiva e prestazioni, cercando di capire la capacità del proprio hardware. E’ importante resistere all’impulso di alzare tutto se la vostra macchina non è esattamente all’altezza del compito cercando piuttosto di abbassare almeno i settaggi che impattono meno i vostri gusti grafici personali. 

More to explorer

SQUID GAME: IN ARRIVO IL VIDEOGIOCO

La serie tv di Netflix “Squid Game” ha spopolato in tutto il mondo. Gli autori di Netflix hanno annunciato che diventerà presto

Lascia un commento